Alfabeto dattilologico

Alfabeto dattilologico

<p style=”text-align: right;”> </p>

Alfabeto dattilologico

Cos’è?

Insieme di 30 carte di 6×8 cm con uno spessore di 6,5 mm, in legno di betulla, con informazione incisa su entrambi i lati.

Durante la progettazione di questo materiale ci siamo proposti di creare un disegno versatile che permettesse, oltre a un avvicinamento alla lingua dei italiana, di essere utilizzato per un primo approccio alla lettoscrittura per bambini a partire dai 3 anni.

Da un lato troviamo l’alfabeto dattilologico della lingua dei segni italiana e, dell’altro lato troviamo, la grafia corrispondente a ogni segno in maiuscola e in minuscola. Comprende consonanti, vocali e digrammi della lingua italiana.

Per chi è?

È uno strumento molto versatile che favorisce un avvicinamento alla lettoscrittura e alla conoscenza di una lingua di tipo visivo-gestuale nei bambini e bambine a partire dai 3 anni, che è il periodo nel quale iniziano a interessarsi alla lettura.

Image
Image
Image

Cosa sviluppa?

Da un lato della carta troviamo l’alfabeto dattilologico che, più che una lingua di segni in sé, è uno strumento. È la rappresentazione manuale delle lettere che compongono l’alfabeto della lingua orale.

Si articola all’altezza della spalla con la cosiddetta “mano dominante” e si complementa con l’articolazione orale, di modo che è necessario visualizzare allo stesso tempo la configurazione di mano e bocca.

Si usa soprattutto per:

  • Menzionare nomi propri.
  • Riprodurre parole della lingua orale quando queste non hanno segno o sono sconosciute.
  • Identificare un segno quando questosi presenta per la prima volta.

Ci permette:

  • Aumentare la coordinazione occhio-mano per la quale si formano indirettamente le basi per la lettoscrittura.
  • Favorire la precisione dei movimenti.
  • Migliorare il controllo del proprio corpo.
  • Favorire i processi cognitivi basici: percezione, attenzione e memoria (spaziale, visiva e tattile).
  • Favorire l’eliminazione di barriere di comunicazione con persone diversamente abili (diversa abilità sensoriale).
  • Sensibilizzare i bambini/e sulla diversa abilità

Sul lato opposto, troviamo la corrispondente trascrizione all’italiano di tale alfabeto. Sono 30 tessere realizzate in rotocalco con le lettere in maiuscola e minuscola, di modo che è possibile distinguere tra:

  • Colore rosso: consonanti
  • Colore blu: vocali
  • Colore verde: digrammi

Per la preparazione di questo materiale didattico di Maria Montessori, che si avvicina alla lettoscrittura con l’aiuto di materiali che rafforzano l’apprendimento in modo multisensoriale, siamo partiti stabilendo un parallelismo con le “lettere smerigliate” di questa autrice.

Il nostro alfabeto permette di seguire il percorso delle lettere seguendo il solco con il dito.

In questo modo, si aiuta il riconoscimento delle forme geometriche e contemporaneamente si sviluppa l’abilità e si impara la fonetica delle lettere. Dopodiché si sostituisce il dito con una matita per poter, successivamente, scrivere.

.

Image

¿Te gusta?

Visita nuestra tienda

lse